header lipa "è il tempo quando fiorisce il tiglio..."

Kallistos Ware

autore_kallistos_ware

Nato come Timothy Ware a Bath nel 1934, ha studiato alla Westminster School e al Magdalen College di Oxford, dove ha ottenuto un doppio titolo in letteratura classica e in teologia. Ad Oxford incontra la piccola comunità ortodossa qui presente e nel 1958 è ricevuto nella Chiesa greca del patriarcato ecumenico. Continua a studiare sotto la direzione di Derwas Chitty, profondo conoscitore del monachesimo antico, che lo guida in un dottorato su Marco l’Asceta, un autore del V/VI secolo. Nel 1963 appare la prima edizione del libro The Orthodox Church, introduzione all’ortodossia che scrive da giovane neoconvertito poco più che trentenne, che, a più di 50 anni dalla sua uscita, continua ad essere ristampata con successo. Nel 1966 è ordinato sacerdote e tonsurato come monaco, ricevendo il nome di Kallistos in onore di san Kallistos Xanthopoulos, autore filocalico. Nel 1966 è nominato successore di Nikolaj Zernov come Spalding Lecturer in Eastern Orthodox Studies all’università di Oxford, un incarico che ha mantenuto per 35 anni, fino al momento della pensione. Sempre nel 1966 fonda la parrocchia ortodossa della Santa Trinità ad Oxford, che dal 1973 condivide l’edificio ecclesiale con la parrocchia ortodossa russa dell’Annunciazione, costruita sulle fondamenta della Casa di san Gregorio e santa Macrina, un centro ecumenico ortodosso fondato da Nikolaj Zernov. Nel 1982 è consacrato vescovo titolare di Diokleia e nominato vescovo assistente della arcidiocesi ortodossa di Thyateira e Gran Bretagna del Patriarcato ecumenico. Nonostante la sua nomina episcopale, Kallistos rimane ad Oxford e porta avanti i suoi impegni sia come parroco della comunità greca della città che come professore all’università, fino al ritiro nel 2001.
Se il nome di Kallistos Ware è uno dei più conosciuti nell’ambito del dialogo ecumenico, tra i cristiani di lingua inglese è forse il volto più noto, la penna più conosciuta, la voce più familiare dell’ortodossia. Ha al suo attivo centinaia di interviste, di conversazioni televisive e radiofoniche, di articoli che, con le doti del grande comunicatore, trasmettono e rendono fruibili le ricchezze delle Chiese bizantine.

« Vai all'indice degli autori

Di questo autore

Image1